lunedì 28 aprile 2014

Forni statici, forni a convezione, o forni a conduzione: diverse modalità di trasmissione del calore con risultati di cottura sempre al top

Si parla di cottura al forno come di un metodo di cottura vero e proprio. Più propriamente il forno è lo strumento, largamente utilizzato e apprezzato, con cui si dà vita alla più ampia varietà di piatti: dalla pizza, al pane, al pesce, alla carne, alle verdura, ai primi, ai dolci, con i forni professionali le attività, e con i forni domestici i privati, ogni giorno cuociono migliaia di cibi diversi. Ma la cottura dei cibi è tanto semplice quanto delicata, fatta di piccoli segreti in grado di condizionare notevolmente il risultato finale. “Tecnicamente” parlando, i forni più tradizionali sono i forni statici, raggiunti egregiamente da diversi anni dai forni a convezione. Nel forno statico la cottura avviene per irraggiamento del calore: questo si propaga da una o più pareti della camera di cottura verso la superficie dell’alimento, procedendo gradualmente fino al “cuore” dello stesso. Nell’irraggiamento dei forni statici non c’è contatto fisico tra la sorgente di energia e l’oggetto da riscaldare perché il calore si propaga solo attraversando lo spazio, sotto forma di onde elettromagnetiche emesse dalle superfici roventi del forno. Nei forni a convezione, invece, la trasmissione termica avviene in sostanza per movimento di aria o di vapore (nel primo caso sono i forni a convezione a ventilazione forzata, nel secondo si tratta del forno a convezione a vapore). Quando, infine, nella cottura al forno, l’alimento viene adagiato su una teglia si parla di forno a conduzione, riferendosi al contatto diretto tra il corpo caldo rappresentato dalla teglia e uno freddo, costituito dal cibo. Sostanzialmente, nella cottura al forno, dal punto di vista fisico, si attuerà un diverso tipo di trasmissione del calore in base al tipo di forno e agli accessori utilizzati. Al di là della scelta e della preferenza personale, è bene sapere che le diverse tipologie di forni professionali hanno in comune le loro caratteristiche primarie. Ciò vuol dire che l’uniformità di cottura ad esempio è perfettamente  garantita tanto dai forni a convezione quanto dai forni statici e il rischio di bruciature è pressocchè pari a zero.
Ricorrendo, poi, a fornitori specializzati e dalla lunga esperienza in attrezzature da ristorazione e macchine alimentari, la garanzia del risultato sarà totale, soprattutto per le migliaia di attività quali ristoranti, pizzerie, pasticcerie, forni, ecc, che ogni giorno devono sfornare grandi volumi di prodotti. Scegli il negozio online n.1 per la ristorazione Alloforfood.com: troverai i migliori forni per pizza/pizzeria, forni per pasticceria, forni per ristorante, o anche per panificio e acquistare rapidamente on line al giusto rapporto qualità/prezzo.

mercoledì 16 aprile 2014

Come arredare un ristorante elegante e moderno

Quando si decide di aprire un ristorante e in particolare un ristorante di un certo livello e dall’arredamento ricercato, nessun dettaglio può essere lasciato al caso. La clientela che frequenterà questo tipo di locale si aspetta certamente un’attenzione quasi maniacale tanto nella preparazione dei piatti e nel servizio, quanto nell’arredamento del ristorante e nella mise en place.
Se quindi l’obiettivo è quello di raggiungere una certa clientela, occorrerà valutare attentamente la scelta di ogni complemento di arredo del ristorante ed il relativo posizionamento all’interno del locale. Certamente l’impresa richiede un notevole impegno anche in termini economici e di tempo, ma se si riuscirà ad arrivare all’obiettivo prefissato, si potrà senz’altro ottenere un ottimo guadagno.
Arredamento ristorantePer quanto riguarda l’arredamento del ristorante, saranno ovviamente i tavoli a farla da padrone. Normalmente, se il locale ospiterà anche delle cerimonie o delle cene d’affari, è bene optare per dei tavoli tondi, che permettono a tutti i commensali di parlare ed interagire tra loro. Chi invece preferisce la praticità, può utilizzare dei tavoli per ristorante quadrati o rettangolari, facilmente impilabili e combinabili tra loro per creare tavolate di varie dimensioni.
L’arredo del ristorante passa anche per il tovagliato: è necessario scegliere un colore che si abbini con l’arredamento moderno della sala e che metta in risalto i piatti e le stoviglie utilizzate. Due scelte particolarmente apprezzata sono quella dell’utilizzo della doppia tovaglia, in modo da evidenziare gli angoli del tavolo, e quella della combinazione artistica dei tovaglioli, per creare un colpo d’occhio d’impatto. Se si utilizzano tovaglie bianche, bisogna fare attenzione a controllare che i lavaggi delle stesse siano impeccabili e che non presentino aloni al fine di non rovinare l’effetto generale dell’arredamento del ristorante.
Se si vuole dare al ristorante un’impronta ricercata e formale, i piatti dovranno certamente essere in ceramica bianca, mentre i bicchieri sobri ed eleganti. Ma nulla vieta di acquistare anche stoviglie di altro tipo, magari dalle forme e dai colori insoliti per una mise en place più giovanile da utilizzare in serate particolari, senza comunque snaturare l’arredamento del ristorante alla moda.
AllForFood.com ti offre una vasta gamma di scelta per quanto riguarda l’arredamento del tuo ristorante. Puoi scegliere tra centinaia di modelli di tavoli, panche, poltrone e sedie da ristorante, ma anche tovagliato, piatti e altri tipi di stoviglie, dall’ottimo rapporto qualità prezzo. Chiedi un preventivo direttamente online ed effettua il tuo acquisto in pochi click e in tutta sicurezza.

giovedì 10 aprile 2014

Le friggitrici professionali di Allforfood, garanzia di qualità, efficienza e prezzo

Le friggitrici professionali rispondono perfettamente alle esigenze delle cucine della ristorazione. La cucina professionale di un ristorante, di una pizzeria o di un bar, infatti, riceve numerose richieste di cibi fritti, da sempre considerati golosi e appetitosi dalla clientela.
E le friggitrici professionali sono in grado di soddisfare tale ampia domanda, in termini di quantità e ottimizzazione dei tempi, ma ciò che le distingue dalle friggitrici di uso comune, quali quelle casalinghe, è la maggiore qualità della frittura che sono in grado di realizzare, preservando la salubrità dell’alimento e facendo sì che goloso non equivalga a dannoso.
Le ditte costruttrici di friggitrici professionali di cui Allforfood si avvale agiscono proprio in questo senso: mirano innanzitutto alla qualità del prodotto che si ottiene con l’utilizzo di una friggitrice industriale, e insieme a una notevole capacità produttiva, a una riduzione dei costi operativi e a una maggiore efficienza del personale delle cucine industriali, per offrire a ristoranti, pizzerie, bar e altre attività uno strumento di lavoro realmente utile ed efficiente.
Le nostre tipologie di friggitrice professionale, come ad esempio le friggitrici snack da bar, sono tecnologicamente avanzate: permettono di friggere perfettamente gli alimenti senza che risultino minimamente unti, cosa fondamentale da un punto di vista salutare, di sapore e di estetica. Inoltre, con l’utilizzo di una friggitrice per ristorante o per pizzeria, locali in cui la domanda di piatti fritti è enorme e continua, il personale di cucina è messo in condizione di cuocere rapidamente grandi quantità e di servire un prodotto che si presenta anche esteticamente bene. Il classico fritto un po’ unto sia da vedere che da digerire non esiste più, perchè le friggitrici professionali di Allforfood sono in grado di far tornare in poco tempo l’olio alla temperatura di esercizio, dopo aver immerso il prodotto, e l’alimento non assorbe olio. Sul nostro catalogo on line hai una gamma di friggitrici industriali veramente ampia tra cui scegliere: friggitrici a gas, friggitrici elettriche, e per ognuna di esse innumerevoli modelli diversi per capacità, dimensioni, misure, potenza e dotazioni.
Le friggitrici professionali di Allforfood sono macchine alimentari dalle alte prestazioni, durevoli nel tempo, facili da usare e pratiche da pulire. E con il loro design minimalista si adattano benissimo alle più diverse esigenze di spazio, grazie anche alla componibilità che offrono. Approfitta anche tu delle occasioni vantaggiose presenti sul nostro store on line: qualità e prezzo non sono stati mai così d’accordo!

Acquistale on line su AllForFood.com in modo facile e sicuro!

giovedì 3 aprile 2014

Le caratteristiche delle cucine dei ristoranti e il rispetto dei requisiti minimi per la sicurezza alimentare

Tutti i locali di ristorazione, trattorie, pizzerie o ristoranti che siano, devono essere dotati, oltre che della sala dove si accomoderanno i clienti, anche di un certo tipo di cucina industriale, cioè di una sala in cui si svolgono tutte le fasi della preparazione dei pasti. La caratteristica principale delle cucine dei ristoranti è quella di salvaguardare la sicurezza alimentare per quanto riguarda i consumatori e ciò deve avvenire rispettando alcuni requisiti minimi, che possono comunque variare a seconda della città e quindi della asl di competenza, in cui si trova il ristorante.
Innanzitutto l’aerazione della cucina del ristorante: i piani cottura ed alcuni tipi di forni devono essere dotati di cappe aspiranti che convoglieranno i fumi all’esterno del locale, mentre tutte le aperture, come finestre e lucernari devono essere equipaggiate con retine antiroditori ed antinsetto, per ovvi motivi di igiene e sicurezza. Il rapporto tra superficie del locale e la superficie di aerazione deve essere di 1 a 20, mentre quello con la superficie di illuminazione deve essere di 1 a 10. Le cappe delle cucine dei ristoranti possono essere di due tipi: cappe aspiranti e filtranti; la scelta è più o meno libera, dipende dalle caratteristiche strutturali della cucina e dell’impianto di aspirazione industriale, ma l’importante è che ne siano dotati tutti i piani cottura, le friggitrici professionali e i forni a girarrosto.
La superficie minima di una cucina da ristorante è di 15 metri quadrati, anche se in certi casi particolari, sono possibili delle deroghe previa valutazione di alcuni requisiti relativi alla struttura, alla gestione ed agli impianti. Se la sala ospita dai 30 ai 100 posti, si deve calcolare un’ulteriore superficie aggiuntiva per la cucina del ristorante e precisamente 0,3 mq per posto; oltre i cento posti invece, 0,2 mq per posto. Inoltre, in quest’ultimo caso, la cucina del ristorante deve essere divisa in settori, tramite dei pannelli oppure in muratura, di cui almeno uno deve essere destinato alla lavorazione della carne ed uno al lavaggio delle verdure. Per quanto riguarda l’altezza invece, il minimo previsto è di 3 metri, sempre con possibilità di deroghe. Infine tutte le attrezzature professionali e l’arredamento della cucina del ristorante devono essere posizionati in modo tale da consentire l’ordinaria pulizia e manutenzione del locale.
Se stai cercando le migliori forniture da ristorazione e vuoi arredare la cucina del tuo ristorante con una spesa contenuta, l’ampia offerta di AllForFood.com soddisferà ogni tua esigenza. Puoi trovare piani cottura, cappe aspiranti, forni elettrici e tutto ciò di cui hai bisogno per la tua attività di ristorazione ad un prezzo eccezionale.

mercoledì 2 aprile 2014

L’arredo di un pub di successo si distingue per spirito eclettico ed originalità

Così come  avviene per i bar, i ristoranti e le pizzerie, anche per quanto riguarda i pub l’arredamento gioca un ruolo fondamentale per il raggiungimento del successo.
Chi si cimenta in questo tipo di impresa non potrà lasciare nulla al caso e dovrà cercare di indovinare uno stile di arredamento del proprio pub che sia particolarmente gradito ai clienti, in linea con le tendenze del momento, senza cadere nella tentazione di seguire il proprio gusto. Anche se ad alcuni potrebbe suonare strano, per raggiungere il successo è indispensabile riuscire a capire quali sono le richieste e le esigenze del pubblico, anche se questo vuol dire realizzare un pub dall’arredo che non rispecchi assolutamente lo stile personale del proprietario.Arredamento pub Un arredo pub azzeccato e curato nei particolari ha infatti, come effetto diretto, il coinvolgimento dei clienti, i quali, sentendosi a proprio agio all’interno del locale, torneranno volentieri a visitarlo e spargeranno la voce con amici e parenti, tramite passaparola.
Una buona idea è quella di visitare altri locali di successo, magari anche all’estero, cercando di studiare attentamente tutti quegli elementi che sono particolarmente apprezzati dai clienti ed includerli in qualche maniera nell’arredo del proprio pub, senza però copiarli di sana pianta; resta il fatto che l’arredo di un pub deve essere, per quanto possibile “unico” o quantomeno originale. Ciò che infatti non deve mai mancare è il buon gusto e lo stile perché oggi il pub è diventato sempre più un locale eclettico, dove si va non solo per bere una birra o per un veloce snack, ma anche per mangiare dei pasti interi, oppure per ascoltare della musica dal vivo,o ancora per effettuare attività ricreative come il biliardo o giochi di società. Ecco che di conseguenza anche l’arredo del pub deve adeguarsi con le nuove tendenze: diventa necessario dotarsi di sgabelli da bar da posizionare al bancone, per chi vuole consumare una veloce birra, ma anche di panche, sedie e tavoli da pub di diverse dimensioni, per chi invece vuole intrattenersi più a lungo con gli amici.
Anche l’illuminazione non è un fattore da sottovalutare; normalmente nei pub si predilige la luce soffusa, ma potrebbe risultare vincente l’idea di dotarsi di un insieme di lampade da terra o da parete, dotate di regolazione della luce da utilizzare per mettere in risalto dei particolari elementi dell’arredo del pub oppure a seconda dell’evento che sta avendo luogo nel locale.
Qualunque sua la tua idea di pub, nella sezione arredamento di AllForFood troverai tantissime idee per arredare il locale in maniera originale e conveniente. Puoi contare su uno staff disponibile e preparato per richiedere online il tuo preventivo personalizzato, scegliendo tra centinaia di articoli di arredamento per pub, bar e ristoranti come tavoli, poltrone, sedie, panche, sgabelli e molto altro ancora.