giovedì 29 ottobre 2015

Il barman perfetto: competenze e norme di comportamento

Il barman ricopre il ruolo più importante all’interno di un bar, deve essere competente, possedere una buona manualità, resistere a possibili situazioni di stress, ma anche cordiale e disponibile alla conversazione. Molto spesso la scelta del locale avviene sulla base di abitudini, per passaparola o perché magari si predilige un certo tipo di arredamento bar, ma la figura del barista finisce sempre per incidere in qualche maniera, diretta o indiretta che sia.
utensili per barNel classico snack bar di quartiere, il barista si occupa della preparazione della caffetteria: oltre a sapere usare tutti gli utensili del bar, deve essere consapevole e preparato sulle varietà e tecniche di estrazione del caffè e di altre bevande, come tè e cioccolata, capace nel consigliare e proporre la colazione ideale al cliente.
La sua postazione è ovviamente dietro al bancone del bar e per poter operare in maniera veloce e precisa, deve conoscere esattamente ogni centimetro della sua area di lavoro, sapere dove posizionare gli utensili del bar e gli attrezzi più usati (spremiagrumi, frullatori, centrifughe, ecc.), in modo che possa raggiungerli e utilizzarli con un semplice movimento, senza perdere tempo a cercarli.
Fatta questa premessa, sono due gli aspetti che un barista professionale deve sempre curare: l’igiene e la professionalità. Lavorare in modo igienicamente corretto può suonare scontato, ma non lo è.arredamento bar Il cliente nota ogni gesto dietro e fuori il bancone del bar, per questo motivo è necessario lavorare con abiti appositi, mantenendoli puliti, così come devono essere mantenute pulite le stoviglie, i bicchieri e gli altri utensili del bar. Il barman deve inoltre avere cura della propria persona, senza indossare bracciali o accessori poco igienici, e deve fare attenzione a non fumare, tossire o starnutire durante la preparazione delle bevande. Le attrezzature, il bancone e il resto dell’arredamento del bar vanno pulite dopo ogni utilizzo.
Per quanto riguarda la professionalità infine, è importante mantenersi sempre aggiornati attraverso corsi di aggiornamento o il semplice confronto con i colleghi. Il barman deve essere collaborativo e pronto a trovare una soluzione sia con i colleghi di lavoro, che con i clienti, e deve rispettare e far rispettare le normative riguardo l’igiene e la sicurezza. Educazione e cortesia sono gli ultimi requisiti che caratterizzano non solo la figura del barista, ma di tutti gli operatori a contatto con il pubblico, a prescindere dal tipo di lavoro che esercitano.

lunedì 19 ottobre 2015

Sedie per bar, come cambiano in base al tipo di locale

Molte volte capita di ascoltare i giudizi dei clienti riguardo a un bar che hanno visitato e ci si accorge di come l’adeguatezza dell’arredo del locale possa influire notevolmente sulla opinione finale. Se le sedie del bar da utilizzare per una sosta, non sono confortevoli, l’offerta del locale e la competenza dello staff potrebbero finire per rivestire un ruolo secondario. Da qui l’importanza di scegliere il tipo di sedia bar più adatto al genere di locale che si intende aprire. Ovviamente anche gli altri elementi come il banco, le vetrine o i tavoli del bar hanno una loro importanza, ma la sedia deve “coccolare” il cliente e farlo sentire comodo e rilassato.
sedute per barAndando ad esaminare le principali tipologie di bar si può facilmente trovare una soluzione a questo problema. Le classiche caffetterie o snack bar non hanno delle esigenze particolari, anzi potrebbero anche non disporre dell’area “salotto”; in questo caso meglio posizionare alcuni sgabelli da bar lungo il bancone per fornire un rapido punto di appoggio. Le sale da the e le pasticcerie avranno invece bisogno di uno spazio confortevole, intimo, magari con luci soffuse, in cui troveranno posto divanetti e bassi tavoli da bar, ma anche ampie sedie bar in legno o imbottite, per creare un’atmosfera tranquilla che inviti a fermarsi e rilassarsi. I cocktail bar normalmente sono aperti dal pomeriggio a tarda notte e sono frequentati prevalentemente da un pubblico giovane: le sedie del bar non devono essere necessariamente super comode, meglio privilegiare il design e materiali versatili come il polipropilene o il policarbonato, che possono essere decorati e arricchiti con elementi in vetro, legno, ecc.
sedute barI bar che effettuano servizio di tavola calda devono fare attenzione soprattutto alla praticità, perché potrebbero dover far fronte a numerosi clienti da gestire in poco tempo. La scelta migliore consiste in sedie e tavoli bar leggeri, funzionali, facili da spostare e da impilare, quando si deve pulire la sala. Completano l’allestimento anche sgabelli bar semplici e dalle linee essenziali, da utilizzare per veloci spuntini.
Per i chioschi al mare infine è necessario che le sedie del bar coniughino comfort e resistenza: normalmente sono posizionate all’aperto, quindi devono essere in resina o alluminio per resistere agli agenti atmosferici, ma dovrebbero anche essere dotati di braccioli, alti schienali e una buona stabilità, in modo che possano essere posizionate eventualmente su pavimenti leggermente sconnessi, come spesso accade negli spazi esterni.
Qualunque sia il tipo di seduta per bar che stai cercando, AllForFood ha la soluzione giusta per te: centinaia di modelli tra sgabelli, sedie, divanetti e poltroncine per bar e ristoranti, per arredare con stile qualunque tipo di ambiente. Scegli le sedie che preferisci nella sezione di arredamento per la ristorazione ed ordinale subito con un click.

venerdì 9 ottobre 2015

Forni professionali e diversi metodi di cottura a confronto

Per quanto riguarda il metodo di cottura, nella ristorazione si possono distinguere tre tipologie di forni professionali, ognuno dei quali può essere alimentato a gas o con elettricità: forni statici, a convezione forzata e convezione con vapore.
Nei forni statici la temperatura viene regolata da una diffusione termica generata dall’azione delle resistenze elettriche o del bruciatore a gas (solitamente collocate in platea). forni panificiLa pietanza non entra a contatto diretto con gli scambiatori ma viene cotto tramite l’aria surriscaldata circostante. La circolazione dell’aria calda all’interno del forno è semplice e non è possibile agire in camera di cottura con altre variabili (ventilazione e vapore), in grado oggi di realizzare i più sofisticati trattamenti termici degli alimenti. Nel forno statico, la cottura è piuttosto lenta e meno uniforme, rispetto a quello a convezione, ma tale caratteristica lo rende idoneo per cuocere gli alimenti lievitati che necessitano di una cottura più delicata, che ne consenta la crescita. I cibi cotti in questo modo, quali dolci, pane, pizza, pan di spagna, pasta sfoglia ecc, risulteranno asciutti e cotti anche all’interno. Per questo motivo molti forni per panifici sono statici. Il grill, infine, serve semplicemente a creare una maggiore doratura sui cibi.
Ciò che principalmente distingue il forno statico da quello ventilato (convezione forzata) consiste nella presenza di una o più ventole che creano un movimento d’aria all’interno della camera di cottura. Le velocità raggiunte in camera si aggirano intorno ai 40 km/h, con le sole eccezioni dei forni fast cooking che raggiungono sino ai 100 km/h. Il movimento forzato dell’aria consente una maggiore penetrazione dell’energia termica all’interno degli alimenti. forni staticiOltre a trovare posto nelle cucine professionali di ristoranti e hotel, anche molti forni per panifici e pasticceria sono a convezione
Con l’introduzione dell’utilizzo del vapore nasce la più versatile macchina per la cottura professionale oggi disponibile. Avere a disposizione tutti i vantaggi del forno a convezione forzata con la possibilità di attivare la funzione del vapore rappresenta la soluzione perfetta per le diverse cotture da realizzare in cucina. Con una sola macchina si possono realizzare differenti cotture, da quella a vapore, alla grigliatura, senza dimenticare i cicli di rigenerazione e di mantenimento.
Scopri su AllForFood.com la più ampia offerta del web di forni professionali per ristoranti, pizzerie, panifici e pasticcerie. Puoi trovare decine di modelli di forni statici e ventilati, con alimentazione elettrica o a gas, perfetti per ogni tua esigenza.