martedì 31 maggio 2016

Guida all’acquisto dell’abbigliamento professionale per la ristorazione

L’abbigliamento professionale nel settore della ristorazione riveste un ruolo importante che non deve essere sottovalutato da coloro che intendono avviare e gestire un’attività commerciale con competenza e nel rispetto delle norme igieniche.

Innanzitutto l’osservanza delle regole imposte dalle normative in tema di igiene e sicurezza alimentare è necessaria per quanto riguarda le divise professionali di coloro che lavorano in sala, ma ancor più per l’abbigliamento da ristorazione di cuochi e di chiunque altro lavori in una cucina professionale. Da una parte è fondamentale tutelare la salute dei clienti, evitando di servire cibi contaminati da indumenti esterni, dall’altra bisogna fare attenzione ad evitare eventuali le sanzioni amministrative da parte delle autorità che effettuano controlli a campione nelle attività di ristorazione.
pantaloni per chefPer quanto concerne la scelta dell’abbigliamento da ristorazione ecco alcuni consigli che possono aiutare ad orientarsi: i pantaloni per cuoco normalmente sono a righine verticali sottili per rendere le macchie meno visibili; la taglia deve essere comoda e le tasche devono essere solide (quasi sempre in tela) per evitare di lacerarsi nel possibile caso in cui vi si ripongano oggetti di metallo. Le giacche da cuoco sono indispensabili per tutto il personale della cucina; se si hanno limitazioni di budget è consigliabile acquistarne più capi pur rinunciando a qualcosa in fatto di qualità ed estetica, per avere sempre dei cambi in caso di emergenza. Sono da preferire quei capi di abbigliamento chef in cotone, anziché in fibra sintetica, che potrebbe prendere fuoco facilmente in caso di scintille. Inoltre chi non vuole avere preoccupazioni con i lavaggi, in particolare con le temperature, farebbe meglio ad optare per giacche da cuoco completamente bianche, senza parti colorate o particolari inserti che possano sbiadire o staccarsi nel tempo.
divisa chefUn altro capo indispensabile, che fa parte dell’abbigliamento per la ristorazione, è senz’altro il grembiule da cuoco. Esistono modelli senza la parte superiore e modelli interi, la cui scelta dipende dalle proprie abitudini ed esigenze. Il grembiule da cuoco può essere usato dalle donne che non hanno uno specifico abbigliamento per la ristorazione, da chi non ha la giacca da cuoco o anche sopra la giacca stessa per evitare di sporcarla quando si è alle prese con attività che presentano maggiori rischi di macchiarsi.

Qualunque sia la tua esigenza e il tuo gusto, su AllForFood puoi trovare decine di capi diversi di abbigliamento professionale per la ristorazione: giacche da cuoco per uomo e donna, grembiuli bianchi o colorati, pantaloni ed altre divise da chef. Hai la possibilità di richiedere informazioni e di farti fare un preventivo gratuito direttamente online. L’acquisto sul sito è veloce e sicuro.

mercoledì 25 maggio 2016

Arredamento per la ristorazione: come contenere i costi di gestione

Quando si parla di arredamento per ristoranti e hotel, ci si riferisce all’insieme di tutte quelle attrezzature destinate ad un uso intensivo sia da parte del personale che dei clienti. Normalmente si deve distinguere tra arredamento per ristorante di sala e arredo per la cucina, ma a prescindere da questo e dalle infinite tipologie di modelli disponibili in commercio, è possibile delineare delle caratteristiche che tutte le attrezzature per la ristorazione e gli elementi di arredo dovrebbero possedere, con lo scopo di contenere i costi del locale.

arredo ristorante
Le principali peculiarità di sedie e tavoli per ristoranti e degli altri complementi sono: robustezza, maneggevolezza, facilità di manutenzione e garanzia di reintegro da parte del produttore (cioè la garanzia che il prodotto sia disponibile anche a distanza di tempo dal momento dell’acquisto, per eventuali riacquisti).
Arredare un ristorante richiede un ingente esborso economico, in quanto tutti gli elementi di arredo sono realizzati con materiali trattati in maniera diversa rispetto al mercato domestico. Tavoli e sedie del ristorante sono sottoposti a un uso intenso e prolungato nel tempo, che, a lungo andare, potrebbe portare a deterioramenti. Tali deterioramenti sono normali, in certa misura, e connessi con la natura del lavoro, ma potrebbero essere ridotti al minimo, attraverso una gestione corretta e un’attenta pianificazione in fase di acquisto, che prevede anche il coinvolgimento del personale di sala.

tavoli per la ristorazione
L’obiettivo primario di un’attività di ristorazione è ottenere un buon margine di profitto e questo può essere ottenuto anche attraverso il contenimento dei costi. Tramite intelligenti politiche aziendali, il personale dovrebbe essere istruito ad adottare comportamenti adeguati nell’utilizzo di tutte le attrezzature del ristorante. In alcune realtà, questo concetto viene addirittura ampliato, con una politica più “radicale”:
rendendo note le spese sostenute per l’acquisto delle attrezzature e dell’arredamento del ristorante e i costi effettuati in caso di reintegro, ma anche favorendo suggerimenti e critiche costruttive da parte dei dipendenti, fino a fissare persino incentivi economici per loro, qualora si rientri nei budget di spesa previsti.


AllForFood, da anni leader nel settore delle attrezzature professionali per hotel e ristoranti, è attenta ad offrirti soluzioni innovative ed in linea con le esigenze di ogni tipo di attività di ristorazione. Online puoi acquistare a prezzi vantaggiosi macchine alimentari, forniture alberghiere e tutto ciò che serve per l’arredamento di sala e cucina.

giovedì 19 maggio 2016

Perché i forni pizzeria a gas resistono alla diffusione di quelli elettrici

Il forno pizzeria a gas ha attraversato un periodo di grande diffusione tra le attività di ristorazione. Oggi viene ancora utilizzato in molti locali, ma il suo primato è insidiato dall’avvento dei forni pizza elettrici.

I forni pizzeria a gas funzionano tramite un bruciatore posto sotto la parte bassa della camera a cui trasmette il calore, che poi viene distribuito all’interno del forno per irraggiamento (esposizione diretta “a vista” a parti calde) e per convezione (circolazione di aria calda). È spesso provvisto anche di una serpentina grill posta sulla parte alta. forni pizzaIl bruciatore è l’elemento fondamentale del forno a gas.
Solitamente l’utilizzo di questa attrezzatura per pizzeria è piuttosto intuitivo e per tale ragione si rivela adatta anche al personale meno esperto. È sufficiente regolare una manopola per impostare la temperatura desiderata: il bruciatore inizia a lavorare a pieno regime per raggiungere la temperatura e a questo punto passa al minimo, al fine di mantenerla costante per il tempo richiesto. Anche se la regolazione della temperatura non è perfettamente precisa (ma questo accade anche nei forni a legna), è molto semplice aumentarla o diminuirla, in base alle necessità. Se per esempio un locale deve far fronte ad un’improvvisa richiesta di pizza da parte dei clienti, non deve aspettare che si riscaldi la platea e che la camera raggiunga la temperatura necessaria, come avviene nei forni a legna.
forni professionaliInoltre la luce che produce il bruciatore del forno pizzeria a gas è talmente forte che crea una specie di illuminazione interna, simulando le caratteristiche di un forno a legna nel momento della fiamma piena. È quindi possibile controllare facilmente l’andamento della cottura senza doversi dotare di illuminazioni supplementari.

Nei forni pizza a legna infine, legna e fuoco occupano una gran parte della camera di cottura e, a lungo andare, possono rovinarne le pareti a causa del contatto diretta della fiamma, mentre tali inconvenienti non si riscontrano nei forni a gas per pizzeria. Tutto ciò conferisce a queste attrezzature per pizzeria ancora un posto d’onore all’interno della ristorazione, nonostante la diffusione dei forni elettrici.

Su AllForFood.com puoi trovare una vasta scelta di forni professionali, sia a gas che elettrici, adatti ad ogni genere di attività. Sono disponibili forni pizza a tunnel, con camera in acciaio inox o interamente in refrattario e dotati di comandi digitali o meccanici.

venerdì 13 maggio 2016

Cosa sapere quando scegli i bicchieri per il tuo bar

I bicchieri rientrano tra gli attrezzi per bar e ristoranti più importanti, la cui scelta va effettuata con attenzione e soprattutto le adeguate competenze. Il loro scopo primario è ovviamente quello di contenere le bevande, ma devono anche assolvere ad una non secondaria funzione estetica.
 
Dato che i bicchieri nel bar vengono usati di continuo e la loro rottura può avvenire con frequenza, bisogna verificare la presenza di alcune specifiche prima di acquistarli. Inoltre certi bicchieri bar dovrebbero essere facilmente impilabili per esigenze di stoccaggio, soprattutto quelli utilizzati per l’acqua o per le bevande più comuni. Per quanto riguarda flute e calici invece, è necessario che abbiano una buona stabilità e praticità, che significa non troppo alti, con ampia base di appoggio e lavabili senza problemi nella lavastoviglie professionale.
bicchieri ristoranteDevono essere resistenti, soprattutto lungo i bordi, sostituibili per molti anni (in questo caso meglio avere la garanzia del produttore), trasparenti, con eccezione dello stelo e della base, e con un buon rapporto qualità/prezzo.

La selezione di questi importanti accessori per bar e del loro assortimento dipende dalle caratteristiche del locale: un bar di alto livello, come un lounge bar o un’enoteca, deve avere un ampio assortimento ed eleganti bicchieri di cristallo; uno snack bar medio o una caffetteria con una clientela “mordi e fuggi” avrà un assortimento più ristretto, ma comunque bicchieri di vetro di buona qualità. Sempre in relazione all’assortimento, a volte si è costretti a ridurre le tipologie ed acquistare bicchieri bar meno larghi o più bassi, per guadagnare spazio, in fase di stoccaggio. 

Questi attrezzi da bar, come si diceva, svolgono anche la funzione di valorizzare la bevanda e devono essere selezionati in base al modo di contenere le diverse quantità.
accessori bar
Al momento dell’acquisto si può conoscere la quantità massima di liquido che possono contenere: tale indicazione risulta importante per capire come utilizzare al meglio questo accessorio da bar, senza dimenticare che non è comunque possibile sfruttare la sua capacità massima, perché il livello della bevanda deve spesso rimanere al di sotto del bordo. Sarà poi il barman a sapere come riempire il bicchiere, in base al drink che sta preparando e al calice che sta utilizzando.

Nella sezione di AllForFood.com dedicata alle forniture alberghiere puoi trovare una vasta scelta di bicchieri per la ristorazione, firmati dai più importanti produttori italiani. Flute, calici, coppe, ma anche bicchieri tradizionali, caraffe, decanter e molti altri accessori per bar e ristoranti ad un prezzo imbattibile.

lunedì 9 maggio 2016

Arredamento bar e burocrazia: come realizzare un dehors senza problemi

A volte potrebbe essere una buona idea, per incrementare i guadagni e permette agli ospiti di fermarsi e consumare di più, allestire un dehors di fronte al proprio bar. A volte, ma non sempre. Se il locale si trova in una zona molto trafficata in cui i clienti sono soliti affollarsi di fronte al bancone per una rapida colazione, l’idea del dehors potrebbe rivelarsi addirittura controproducente perché richiederebbe solo maggior tempo e denaro per gestirlo, ma pochi introiti.
Fatta questa premessa, l’allestimento di uno spazio esterno richiede un po’ di attenzione per quanto riguarda l’aspetto burocratico e pratico (scelta dell’arredamento del bar e disposizione di panche, sedie e tavoli da bar).
arredamento bar

Iniziando dalla parte più noiosa è necessario chiedere al comune l’autorizzazione e pagare la tassa per l’occupazione di suolo pubblico. Da notare che la tassa varia non solo da comune a comune, ma anche all’interno della stessa città, in funzione della posizione e quindi dei possibili ricavi. A questo punto bisogna comunque fare attenzione a posizionare tavoli, sedie e il resto dell’arredamento del bar, rispettando i “confini”, soprattutto nelle zone centrali dove c’è più affollamento, pena il pagamento di una multa salata.

Per quanto riguarda la scelta dell’arredo del bar, il consiglio (così come per l’arredamento interno) è di dare libero sfogo alle proprie idee: in generale la creatività permette spesso di ottenere con cifre contenute risultati piacevoli e pieni di passione. Bisogna pensare inoltre che molti comuni stabiliscono dei paletti precisi per la realizzazione di questi spazi, principalmente in relazione al tipo e al colore delle coperture (il crema è sempre molto apprezzato), al materiale utilizzato (ferro battuto, resina, vimini)  e persino al tipo di piante che delimitano il dehors. La scelta dei materiali di tavoli, sedie e sgabelli bar sarà anche influenzata dalla posizione del locale: vicino al mare, esposto alle intemperie, sotto un gazebo e così via.
sedute bar


Infine un’ultima componente dell’arredamento esterno del ber che potrebbe far lievitare il budget da investire, è l’installazione di un impianto di riscaldamento e/o refrigerante, in modo che il dehors possa essere goduto dai clienti in ogni stagione dell’anno. A tal fine si potrebbero sistemare tra i tavoli del bar dei funghi con bombole a gas per riscaldare, stufette elettriche illuminate oppure ventilatori, nebulizzatori di acqua o quant’altro.

Se vuoi trovare delle idee originali per arredare l’interno e l’esterno del tuo bar, sfoglia il catalogo online di AllForFood,com con più di 30 mila articoli tra macchine alimentari, forniture alberghiere e complementi di arredo. Puoi anche chiedere un preventivo gratuito e senza impegno, tagliato in base alle tue esigenze.

martedì 3 maggio 2016

Con le impastatrici a forcella zero problemi con ogni impasto

Nelle cucine delle pizzerie si trova un elevato numero di attrezzature professionali per la ristorazione, nonostante si possa pensare che molti lavori vengano ancora effettuati manualmente. Oggi infatti, anche nelle piccole attività, non possono mancare macchine come lavaverdure, tagliamozzarella, stendipizza, oltre ovviamente ai forni e alle impastatrici professionali.
Chi è in cerca di un’impastatrice professionale per la propria pizzeria, può scegliere tra tre diverse tipologie: l’impastatrice a spirale, a forcella e a bracci tuffanti, mentre le planetarie sono normalmente rivolte alle pasticcerie o ad un utilizzo in ambiente domestico.
impastatrice a forcella
Passando dall’impastatrice a spirale fino a quella a bracci tuffanti, aumenta proporzionalmente l’ingombro e il costo della macchina, ma anche la sua efficienza. Ecco perché l’impastatrice  a forcella è una di quelle più gettonate nelle pizzerie e nelle attività di ristorazione medio grandi.

Se si vuole fare una valutazione tecnica di queste particolari attrezzature per pizzeria, è bene sapere che con le impastatrici a forcella è possibile lavorare quasi tutti i tipi di impasto, con una preferenza per quelli duri, composti cioè da acqua in percentuale compresa tra 32 - 35%, o medio duri, con 45 – 50% di acqua.
Per rendere la macchina più versatile, in particolar modo per impasti maggiormente idratati (60-65% di acqua), è molto utile un motore a due velocità.

Il movimento che effettua l’organo mescolatore non surriscalda gli ingredienti (particolare fondamentale per alcune ricette) e incorpora la giusta quantità di ossigeno rendendola indicata per gli impasti più delicati.
impastatrice pizzeriaE' l'ideale per l'impasto napoletano dove è importante l'ossigenazione e mantenere basso il surriscaldamento. Addirittura il disciplinare della pizza napoletana STG menziona l’impastatrice a forcella come la scelta ottimale.

Questo modello è quello che trasferisce in assoluto meno calore al composto, si parla di una temperatura compresa tra 0 e 2 gradi circa.
Normalmente queste impastatrici per pizzeria sono indicate per chi non ha problemi di spazio e di budget, in quanto sono piuttosto ingombranti e costose, ma consentono di ottenere risultati davvero soddisfacenti.

Su AllForFood.com puoi trovare impastatrici professionali e molte altre attrezzature per pizzeria come forni pizza, tagliamozzarella, stendipizza e tutto l’occorrente per allestire al top la tua cucina. Scopri con un click il nostro catalogo con più di 30 mila articoli dal miglior rapporto qualità/prezzo.